venerdì 29 maggio 2009

SGUARDI INNOCENTI




Sguardi disegnati, appoggiati, vicini e poi distanti. Distrattamente pronunciati o solo immaginati. Lo sguardo rincorre, percorre ritorna e poi rifugge. Sguardo sognato, immaginato...costruito e poi smontato. Ci penso, ripenso...guardando, respirando...mi fermo, mi ascolto...mi immergo nelllo sguardo. Decido e mi arrendo...è lo sguardo che pretendo.
(CATIA AMODIO 2009)

giovedì 21 maggio 2009

IL SEGNO DEL TEMPO...SOGNO

E' IL SEGNO DEL TEMPO...IL DESTINO DEGLI UOMINI.


IL SOGNO NEL TEMPO ...E' IL LUOGO DEGLI UOMINI.




video

domenica 10 maggio 2009

LA 25 ORA









sono pubblicati in ordine dalla prima alla venticinquesima immagine










LA 25 ORA, ESPOSIZIONE DEL 5 GIUGNO 2009, VILLAHERMOSA, MEXICO
ciudad de la università, villahermosa mexico

e' una installazione composta da 25 dipinti e 25 fotografie, i dipinti sono composti all'interno di un bloc notes, appunti. ogni foglio 100x70 corrisponde ad una figura e corrisponde ad 1 ora, fino appunto alla 25 ora-

testo
l'uomo in relazione al proprio tempo, il tema della expo e sulla morte e i suoi aspetti variegati, il tempo è la morte dell'uomo, in quanto essere umano, ha bisogno oggi di fare tutto, sembra che il tempo non basti mai, allora l'artista che ha fatto ha creato un ora in più delle 24 che noi conosciamo, si dice che non abbiamo mai tempo...si corre contro il tempo, ma il tempo si puo' sfidare? dico, attenzione, l'uomo non deve sfidare il tempo perche' esso vince sempre, al tempo successivo alla vita c'e' la morte, alla morte allora il tempo c'è, esiste spazio tempo, spazio morte.
la morte apparente di una vita disfatta, non fare nulla è la morte, fare fare fare...ma alt, sono solo 24 ore. Io ho creato la 25 ora, dove concentrare la vita che ci manca...ma io non sfido ne la morte ne il tempo, ho dato un ora del mio tempo ogni giorno, ho creato questi dipinti, sono scorci, sono dettagli sono figure sono figlie del tempo, sono tutto e tutti, sono macchie, sono splendidi corpi gestiti dal tempo.
sono tempo
solo spazio
sono colore
solo posizioni
24 ore
1 ora
ho trovato il tempo
il tempo per la mia 25 ora
to be continued....

testo di mauriziobarraco 2009

LA QUINTA LUNA



























solitudine...desiderio
folla sui nostri corpi
labbra su ogni curva dei nostri pensieri.....
fasci di luce si inoltrano, un ciglio scandisce le distanze
le nostre gambe si sfiorano, si scrutano...brividi a fior di pelle
carezza sul mio seno
l'impronta del nostro universo, dimora sulle nostre passioni
esplorazioni...attese, ardore, fuoco.....
il calore s'insinua, ti appartiene....
sublimazione....smarrimento



lyrics by Luisa Avarello

Art Cohousing tra il Colore e il Segno


l'artista Maurizio Barraco è stato invitato alla mostra che si terra' a Roma, testaccio ex mattatoio .


Evento 16 maggio al 28 maggio 2009:
"Art Cohousing tra il Colore e il Segno"
Mostra di Arte Contemporanea per lo Sviluppo dell'Art Cohousing di Artea ArtCohousingpresso il Bio Ristorante della
Città dell'Altra Economia Roma Testaccio Artisti di Artea:
BARBARA REALE
NICOLA BUCCI
CHEN LI
MARIALUISA GIULIANI
DIANA NICOLETTI
LUISA TIMPONE
ANNA PRIMAVERA
LINA CONTE

Artisti Ospiti di Artea Art Cohousing per il weekend scelti nell'Artcontest nel social network Facebook (con i quali si dipinge insieme domenica 17 maggio)
MAURIZIO BARRACO - Sicilia
LUISA AVARELLO - Sicilia
VALENTINA MATTIACCI - Campania

LA QUARTA LUNA











Una. Nella sua interezza, nel suo mondo, nei suoi colori.
Corpo ed Anima si rincorrono, si intrecciano, si sfiorano, si fondono per poi riprendere il loro volo libero, uniti come non mai.
Questo legame indissolubile è il suo segreto, è quello che la rende forte, Donna, bellissima.
Una Donna che si posa sul mondo con infinita grazia, sensuale e viva,
Donna e allo stesso tempo Vita.
Sogni puliti e sottili come le linee essenziali che la raffigurano, e
Fuoco primordiale,
come i colori intensi che l' avvolgono diventando parte di lei.
Vera, con i suoi sguardi che accarezzano, provocano, cercano, chiamano, scavano, gridano al mondo la sua esistenza,
vera sui suoi piedi proibiti e sensuali, quasi ornamento alla sua bellezza,
vera fra i suoi seni colmi d' estate e vera nelle sue curve prive di spigoli.
Una Donna da cui tutti dovremmo imparare,
una Donna che ha capito che quel legame indissolubile è la chiave di tutto,
l' unica via che le permette di volare al di fuori di sè e di proiettarsi in quei rossi
senza confini e senza linee,
di essere fragile e bambina in tutta la sua pienezza
e di possedere l' infinita leggerezza del mondo.

Unica




lyrics by Chiara Rizzolo

lunedì 4 maggio 2009

corpo di donna

la donna, il suo corpo
l'esasperazione porta a degenerare qualsiasi cosa, il corpo, perche' deve essere osservato, perche' deve piacere, perche' deve esserevisto come forma di maniacalita' pura. il CORPO di una donna, visto dal punto di vista centrale di un artista, con una forma, senza forma, astratto o astrazione, versione bloccata, versione censurata. la sensazione di un corpo....segue

video